Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

18 Gennaio 2021

“Catania: la città antica e quella del futuro. Per una gestione del patrimonio archeologico urbano” è un evento di formazione in cui si discute, da più punti di vista, del destino delle città antiche, con particolare attenzione alle sfide che la salvaguardia dell’immenso patrimonio culturale da esse custodito pone a quanti, dal professionista al cittadino, sono coinvolti nella progettazione e pianificazione delle città del futuro.
Nel corso della giornata di studio, archeologi, architetti, urbanisti, pianificatori, portano esperienze e metodologie di studio applicate in altri casi di interesse nazionale.
L’incontro, aperto dal Ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, vede Alessandra Vittorini, direttore della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, relatrice con l’intervento “Passato al futuro. Competenze e reti per la gestione del patrimonio culturale”.

Il workshop è organizzato dallo staff del progetto  TeCHNIC, coordinato da Daniele Malfitana, responsabile scientifico del progetto e presidente del Comitato Tecnico scientifico per l’Archeologia del MiBACT in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Catania e la Fondazione degli Ingegneri di Catania. Nasce per presentare i primi risultati del progetto di ricerca “Proof of Concept” TeCHNIC – Tools for Cultural heritage Management in Urban Context, occasione di riflessione sulle modalità di gestione del patrimonio culturale urbano e che fa di Catania un caso studio eccezionale.

 

Approfondimenti

Consulta il programma

Iscriviti e accedi qui