Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

La ricerca
DiP_Coins –
Digital Paestum Coins

con Parco Archeologico di Paestum e Velia

DiP_Coins – Digital Paestum Coins

Federico ha conseguito a dicembre 2020 il Diploma di alta specializzazione e ricerca nel patrimonio culturale, traguardo della esperienza biennale del corso Scuola del Patrimonio (2018-2020).
Prosegue la sua attività di ricerca applicata anche oltre la conclusione del corso, in quanto vincitore di una delle borse di studio riservate agli allievi del corso Scuola del Patrimonio 2018-2020 per per lo sviluppo e la conduzione di progetti di ricerca applicata.

Federico realizza il suo progetto di ricerca con il Parco Archeologico di Paestum e Velia.

Abstract

Il progetto DiP_Coins – Digital Paestum Coins intende operare su più livelli per raggiungere un apprezzabile incremento di conoscenza su parte della collezione numismatica del Parco Archeologico di Paestum e Velia: si tratta di un totale di oltre 500 monete in argento e bronzo riconducibili alla zecca di Poseidonia, poi Paestum, e lì attualmente in deposito.
Il lavoro prende avvio dal recupero della documentazione prodotta nei decenni passati per integrarne i dati secondo i modelli di schedatura indicati dal Ministero della cultura.  Una volta elaborato un nuovo e più aggiornato apparato schedografico, questo sarà restituito al Parco Archeologico di Paestum e Velia come datasheet per una futura immissione nel portale SIGEC dell’ICCD e quindi nel Sistema Hera. In seguito, si potrà elaborare una documentazione fotografica per esemplari, prevedendo una fase di postproduzione e ottimizzazione per un’archiviazione digitale capace di prevenire inconvenienti legati all’obsolescenza tecnologica.

Aggiornamenti

Il progetto DiP_Coins – Digital Paestum Coins è terminato.

 
Chi è Federico Carbone

Archeologo specializzato in Numismatica greca e romana, consegue nel 2013 il Diploma di Specializzazione in beni archeologici e nel 2016 il Dottorato di ricerca in Metodi e metodologie della ricerca archeologica. Nel 2017 conclude il perfezionamento presso la Scuola Archeologica Italiana di Atene ed è borsista dell’International Numismatic Council.
Partecipa a campagne di ricerca e scavo in Italia, Grecia e Turchia, svolgendo periodi di ricerca e lavoro all’estero presso l’Universidad de Salamanca, l’Istituto Italiano di Cultura di Atene, la Humboldt-Universität zu Berlin, il Münzkabinett der Staatliche Museen, il Cabinet des Médailles della Bibliothèque royale de Belgique e il Department of Coins and Medal del British Museum.
Collabora con istituzioni museali italiane ed europee e da agosto 2019 è ricercatore in Numismatica presso l’Università degli Studi di Salerno.
Ha pubblicato monografie e articoli scientifici su temi di economia antica e museografia.


Durante il corso Scuola del Patrimonio, I ciclo
Il  progetto di internship (anno 2019.2020)

Federico fa la sua esperienza con il MANN Museo Archeologico Nazionale Napoli.
Il suo tutor è Floriana Miele.
Lavora al progetto Monete da Pompei: analisi e restituzione del primo nucleo di monete pompeiane nel Medagliere del MANN per rafforzare la conoscenza della collezione del Medagliere del Museo.

Gaia Turchetti

Ho lavorato in maniera interscalare ed interdisciplinare sui temi del restauro, riqualificazione, della valutazione del rischio, approfondendo con la Scuola del Patrimonio il lato amministrativo e gestionale dei beni culturali.

Gaia Turchetti
Luciano Governali

Con la partecipazione alla Scuola del Patrimonio ho avuto la possibilità di superare i rigidi confini delle discipline umanistiche immergendomi nella dimensione gestionale dei beni culturali.

Luciano Governali
Rosa Parlavecchia

Dalla Scuola del Patrimonio mi aspetto di poter acquisire le competenze necessarie per poter ricoprire professionalmente un ruolo strategico per la direzione di un’istituzione bibliotecaria.

Rosa Parlavecchia