Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

9 Novembre 2021

Dal saper fare liutario di Cremona all’Opera dei Pupi siciliani, dalla vite ad alberello di Pantelleria alla Perdonanza Celestiniana: sono 14 gli elementi italiani iscritti nella Lista Rappresentativa del patrimonio culturale immateriale UNESCO. Un patrimonio di conoscenze, saperi e riti collettivi tanto importanti quanto fragili, strumenti per rispondere alla globalizzazione e preservare le diversità, le tradizioni locali, la creatività umana.

Con l’obiettivo di monitorare, comprendere, valutare e orientare lo stato e le azioni degli elementi iscritti, a dicembre del 2020 è stato istituito, in seno al Segretariato Generale del Ministero della cultura, l’Osservatorio nazionale per il patrimonio immateriale UNESCO.
La Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali affianca il Segretariato Generale nella fase di costituzione e avvio dell’Osservatorio, nell’ideazione di un progetto operativo per la sua gestione e funzionamento nel tempo.

Un progetto che vedrà un gruppo di esperti impegnato nella studio e nella proposta di un modello di governance con il quale l’Osservatorio possa operare in maniera efficace e efficiente nel territorio nazionale. Per affiancare i responsabili di progetto, la Fondazione ha indetto tre selezioni, per le seguenti figure:

  • un Project manager che coordini il progetto di costruzione dell’ Osservatorio nazionale per il patrimonio immateriale UNESCO;
  • due collaboratori di ricerca per le attività di analisi, studio e supporto alla progettazione dell’Osservatorio stesso;
  • un collaboratore di ricerca per le attività di progettazione e primo popolamento di una banca dati dell’Osservatorio.

Le selezioni sono riservate a quanti, entro il 25 novembre 2021, siano iscritti alla Banca Dati Collaboratori della Fondazione e abbiano selezionato il settore di attività “Progettazione e gestione di analisi, studi e ricerche”.

Per le modalità di candidatura, le scadenze, i requisiti e le relative comunicazioni, si rimanda ai singoli avvisi di selezione.

Approfondimenti

Gli avvisi
Avviso 199/2021 Avviso di selezione mediante Banca dati collaboratori per n.1 collaboratore project manager per il coordinamento del progetto di costruzione di un Osservatorio per il patrimonio immateriale UNESCO

Avviso 200/2021 Avviso di selezione mediante Banca dati collaboratori per n. 2 collaboratori di ricerca per le attività di studio e analisi correlate al progetto di costruzione di un Osservatorio per il patrimonio immateriale UNESCO

Avviso 201/2021 Avviso di selezione mediante Banca dati collaboratori per n. 1 collaboratore di ricerca per le attività di progettazione e primo popolamento della banca dati dell’Osservatorio per il patrimonio immateriale UNESCO

Tutto su candidature e selezioni: notizie, quesiti, aggiornamenti
nelle pagine dedicate agli Avvisi di selezione

Scopri di più sul progetto

Immagine
Saper fare liutario di Cremona, elemento iscritto nella Lista rappresentativa del patrimonio immateriale UNESCO nel 2012 [Museo del Violino, Cremona]