Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

Musei in corso

il programma di informazione e formazione pensato per il Sistema museale nazionale

Il Sistema museale nazionale è una rete di 5.000 musei e luoghi della cultura – statali, pubblici e privati – collegati fra loro al fine di migliorare il sistema di fruizione, accessibilità e gestione sostenibile del patrimonio culturale.
Fa capo alla Direzione generale Musei del Ministero della Cultura e nasce con l’obiettivo di una governance del patrimonio culturale improntata alla sostenibilità, all’innovazione e alla partecipazione.
Su base volontaria e mediante un processo di accreditamento, possono aderire oltre ai luoghi della cultura dello Stato anche le strutture di proprietà regionale, comunale, privata, i musei diocesani, universitari o militari.
Lo strumento condiviso per raggiungere gli obiettivi del Sistema museale nazionale sono i Livelli Uniformi di Qualità (LUQV). Sono degli standard minimi da conseguire – e quindi anche degli obiettivi di miglioramento – in tre ambiti: organizzazione, collezioni, comunicazione e rapporti con il territorio. L’accreditamento al Sistema passa attraverso la compilazione di un questionario di autovalutazione che diventa uno strumento per sensibilizzare e consapevolizzare sulla qualità dei servizi offerti dal proprio istituto.

Per rafforzare la conoscenza e la consapevolezza di questo prezioso strumento di gestione e per favorire l’adesione dei luoghi della cultura, con la Direzione generale Musei e la Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali, la Fondazione realizza un programma di informazione e formazione per il Sistema museale nazionale.
È un piano formativo senza precedenti: per la sua diffusione sull’intero territorio nazionale, per la molteplicità degli interlocutori coinvolti, per la varietà dei destinatari raggiunti, per la natura e la diversificazione di contenuti e strumenti formativi.

Obiettivi

Attraverso due azioni distinte, il programma persegue due obiettivi complementari:

  • azione informativa (Strumenti): rafforzare la conoscenza del Sistema museale nazionale e della opportunità che offre può favorire la più ampia adesione da parte dei musei e luoghi della cultura sull’intero terrritorio
  • azione formativa (Officina): costruire una cultura diffusa e collaborativa su temi strategici per  la gestione museale valorizza sia il singolo istituto che l’intera rete del Sistema museale nazionale.

Destinatari

L’aspettativa è che chiunque partecipi della vita di un museo conosca e condivida i valori del Sistema museale nazionale. Allora la platea dei destinatari non può che essere numerosa e composita, essendo molti e diversi i profili professionali coinvolti.

  • Per gli istituti museali pubblici e privati, statali e non, dell’intero territorio nazionale: direttori, personale amministrativo, curatori, conservatori, comunicatori, addetti ai servizi educativi, personale tecnico e personale di vigilanza, addetti alla sicurezza,
  • Per Regioni ed Enti locali aderenti o potenzialmente interessati al Sistema: amministratori locali e responsabili amministrativi, direttori dei musei e altri soggetti delegati alla compilazione del questionario di adesione.

Mezzi

Il programma si svolge prevalentemente sulla piattaforma e-learning della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, fad.fondazionescuolapatrimonio.it.
Molti e diversificati gli strumenti formativi impiegati, dai più tradizionali ai più innovativi, con un importante impiego di mezzi di formazione a distanza.
Ogni prodotto formativo nasce comunque per essere riusabile, modulabile, aggiornabile, fino a comporre una enciclopedia comune, una raccolta affidabile di strumenti di orientamento utili anche in futuro.

Qualora le condizioni determinate dalla emergenza Covid-19 dovessero modificarsi, è possibile che vengano realizzate anche attività “in presenza”.

Strumenti

informarsi

Per promuovere l’adesione al Sistema museale nazionale nascono gli appuntamenti informativi: sono momenti dedicati alla presentazione di principi e finalità del nuovo modello di gestione proposto e all’approfondimento delle procedure di accreditamento necessarie per entrare nella rete.
Ai direttori e agli amministratori direttamente impegnati nel processo di accreditamento, vengono illustrati:

  • i principali riferimenti normativi
  • la procedura di accreditamento
  • il questionario di autovalutazione basato sui Livelli uniformi di qualità per i musei (LUQV)
  • la piattaforma di accreditamento e autovalutazione predisposta dalla Direzione generale Musei in collaborazione con l’Agenzia per l’Italia digitale (AgID).

Le Giornate informative sul Sistema museale nazionale sono pianificate su base regionale o subregionale e declinate, nei contenuti, a seconda delle diverse procedure di accreditamento individuate dal Decreto ministeriale n. 113 del 21 febbraio 2018.

prossimi appuntamenti informativi

orientarsi, aggiornarsi, sperimentarsi

È un percorso formativo che si snoda attraverso momenti, di diversa natura, dedicati a temi generali e puntuali ritenuti strategici per una gestione museale “a sistema”. Le tematiche oggetto di formazione si ispirano evidentemente ai tre ambiti di gestione LUQV entro i quali, da oggi, sono chiamati a confontarsi i musei aderenti al Sistema e, senza ambire ad essere esaustive, riguardano in particolare:

  • la organizzazione pianificazione strategica museale
  • la cura delle collezioni
  • i musei in relazione

Si susseguono diversi appuntamenti, legati da fili tematici comuni, ma indipendenti. Momenti di orientamento a temi di ampio respiro e di interesse collettivo (webinar introduttivi), occasioni di aggiornamento e approfondimento (corsi multimediali), laboratori di sperimentazione di pratiche e attività (i laboratori). L’offerta è differenziata per i distinti profili coinvolti nella vita del museo: direttori, personale amministrativo, curatori, conservatori, comunicatori, addetti ai servizi educativi, personale tecnico, personale di vigilanza, addetti alla sicurezza.

prossimi appuntamenti formativi

tutti i dettagli

# informarsi

Le giornate informative

Quando

da giugno 2020

In base alle disposizoni del Decreto ministeriale del 21 febbraio 2018 (DM 113/2018), “Adozione dei livelli minimi uniformi di qualità per i musei e i luoghi della cultura di appartenenza pubblica e attivazione del Sistema museale nazionale”, esistono diverse procedure di accreditamento al Sistema, a seconda della natura del museo e della Regione di appartenzenza.
Sono proposte quindi quattro diverse edizioni della stessa Giornata informativa – in date da definire per ciascuna Regione – ciascuna declinata a seconda delle peculiarità del contesto specifico

  • Musei dello Stato (art. 6 comma 4 DM 113/2018)
    1 appuntamento per i musei MiC (già MiBACT))

    1 appuntamento per i musei non MiC (già MiBACT))
  • Musei di Regioni con un proprio sistema di accreditamento o riconoscimento (art. 4 DM 113/2018)
    Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Provincia autonoma di Trento, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana
    Musei di Regioni prive di un proprio sistema di accreditamento o riconoscimento (artt. 5 e 6 commi 1, 2 e 3 DM 113/2018)
    Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia, Sicilia, Umbria, Veneto
  • Musei di Regioni che non hanno ancora aderito al Sistema (art. 7 comma 1 DM 113/2018)
    Basilicata, Liguria, Molise, Valle d’Aosta
Il programma

Introduzione al Sistema museale nazionale
• Istituzione del SMN con il DPCM 171/2014 e il DM 23 gennaio 2014
• Riferimenti normativi sull’attuazione e il funzionamento del SMN: il DM 113/2018 e il DD 20 giugno 2018
• Elementi cardine e finalità
I LUQV e il questionario di autovalutazione / o l’equiparazione regionale
• I livelli uniformi di qualità, genesi: standard minimi e obiettivi di miglioramento; i tre ambiti
• Il questionario di autovalutazione dei LUQV
Approfondimenti variabili a seconda della specifica casistica di destinatari
(es. La modifica della normativa regionale sull’accreditamento e l’equiparazione dei requisiti regionali con i LUQV)

La procedura di accreditamento
• La procedura di accreditamento
Approfondimenti variabili a seconda della specifica casistica di destinatari
(es. Il questionario regionale)
La piattaforma del SMN

Modalità e strumenti

Gli appuntamenti si svolgono sotto forma di webinar in modalità sincrona erogati tramite la piattaforma e-learning della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali fad.fondazionescuolapatrimonio.it

Ogni appuntamento ha la durata di 2 ore circa.

Saranno prodotti per successiva divulgazione e consultazione

  • la registrazioni video degli appuntamenti fruibili in modalità asincrona
  • un tutorial multimediale sulle modalità di adesione e di accreditamento al SMN, dedicato ai ruoli direttamente coinvolti nel processo
Destinatari

Per i gli istituti museali pubblici e privati, statali e non statali: dirigenti delle sovrastrutture di riferimento per i musei, i direttori dei musei e altri soggetti delegati alla compilazione del questionario
Per le Regioni e/o delle Province Autonome competenti: amministratori locali e responsabili amministrativi, direttori dei musei e altri soggetti delegati alla compilazione del questionario.

Iscrizioni
  • La individuazione dei partecipanti tra i dipendenti MiC (già MiBACT) è curata direttamente dal Ministero con procedura disposta dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali.
  • La individuazione dei partecipanti tra i dipendenti non ministeriali è curata con l’ausilio delle amministrazioni, istituzioni o associazioni di appartenenza.

# orientarsi

 

I webinar introduttivi

I webinar introduttivi sono concepiti per offrire ad ogni persona impegnata nella vita museale un orientamento sui principi e i valori su cui poggia le basi il Sistema museale nazionale: sono dodici appuntamenti su temi di ampio respiro e di interesse comune, scaturiti dagli ambiti di gestione in cui i musei aderenti al Sistema sono chiamati a confrontarsi.
Per costruire un vocabolario di base, un lessico comune, che ciascuno potrà poi calare nella propria realtà lavorativa.

I temi dei webinar introduttivi
su Organizzazione e pianificazione strategica museale

• Identità e missione del Museo
• Accessibilità e fruizione ampliata
• La pianificazione e la progettazione delle attività museali
• La documentazione economico-finanziaria dei musei: metodi e strumenti
• Fundraising
• Gli spazi dei musei

su Cura delle collezioni

• Musei come luoghi di ricerca e innovazione scientifica
• Politiche di acquisizione e incremento delle collezioni
• La gestione dei depositi

su Musei in relazione

• Educazione, mediazione, comunicazione
• Conoscere e sviluppare il pubblico
• Strategie di coinvolgimento e collaborazione

Quando

da settembre 2020 a dicembre 2020

Calendario webinar – I edizione
Calendario webinar  -II edizione

Modalità e strumenti

Gli appuntamenti si svolgono sotto forma di webinar in modalità sincrona erogati tramite la piattaforma e-learning della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali fad.fondazionescuolapatrimonio.it

Ogni appuntamento ha la durata di 60 minuti circa.

Sono prodotti per successiva divulgazione e consultazione

  • la registrazioni video degli appuntamenti fruibili in modalità asincrona
  • materiali didattici e vademecum
Destinatari

Direttori, personale amministrativo, curatori, conservatori, comunicatori, addetti ai servizi educativi, personale tecnico e personale di vigilanza, addetti alla sicurezza, per gli istituti museali statali, non statali pubblici e privati.

Iscrizioni
  • La individuazione dei partecipanti tra i dipendenti MiC (già MiBACT) è curata direttamente dal Ministero con procedura disposta dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali.
  • La individuazione dei partecipanti tra i dipendenti non ministeriali è curata con l’ausilio delle amministrazioni, istituzioni o associazioni di appartenenza, con il coordinamento delle Regioni.

# aggiornarsi

 

I corsi multimediali

Sono occasioni di aggiornamento e approfondimento dedicate ad alcuni dei diversi profili professionali coinvolti nella attività museale.
Per alcuni più che per altri, si fa infatti cruciale una conoscenza più dettagliata di alcune questioni introdotte dai  webinar introduttivi su Organizzazione e pianificazione strategica museale o su Cura delle collezioni o su Musei in relazione.
Costruito un un vocabolario di base e adottato un lessico comune, alcune categorie professionali ne approfondiscono l’uso per valorizzarlo nella propria realtà lavorativa.

I temi dei corsi multimediali
su Organizzazione e pianificazione strategica museale
  • La sicurezza museale

destinatari tutto il personale e con focus destinati a responsabili sicurezza, ai reponsabili delle collezioni, al personale di sala
a cura di
Tiziana Maffei e Federica Pia Sacco
sede delle riprese Reggia di Caserta
Officina. Corsi multimediali_Corso Sicurezza museale_ corso base
Officina. Corsi multimediali_Corso Sicurezza museale e anticrimine
Officina. Corsi multimediali_Corso Sicurezza museale e delle collezioni

su Cura delle collezioni
  • Cura e gestione delle collezioni

a cura di Marco Rossani e il Museo Egizio di Torino
sede delle riprese Museo Egizio di Torino
destinatari personale impegnato in attività inerenti la cura e gestione delle collezioni (responsabili, curatori e conservatori, registrar, archivisti, corrieri, restauratori, addetti al monitoraggio ambientale e alla manutenzione ordinaria dei beni e degli spazi museali, ecc.)
Officina. Corsi Multimediali_Cura e gestione delle collezioni

su Musei in relazione
  • Il museo accogliente

destinatari addetti all’accoglienza e vigilanza (delle collezioni, dei musei e dei luoghi della cultura) e ai loro responsabili
a cura di Daniele Jalla
sede delle riprese Palazzo degli Studi Anatomici dell’Università degli Studi di Torino
Officina. Corsi multimediali Il museo accogliente

Quando

da febbraio 2021

Modalità e strumenti

Gli appuntamenti si svolgono sotto forma di corsi multimediali fruibili on demand tramite la piattaforma e-learning della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali fad.fondazionescuolapatrimonio.it

# sperimentarsi

 

I laboratori

I laboratori sono una pratica formativa ed operativa in cui né docenti né discenti ma esperti e professionisti, provenienti dallo stesso ambito di attività museale, condividono le proprie conoscenze ed esperienze, in cerca di “soluzioni” comuni.
I partecipanti fanno esperienza (learning by doing) su un caso di studio. Dopo essersi confrontati su metodi e prassi, si mettono all’opera e producono strumenti di lavoro o linee guida adeguati ai dettati normativi e agli standard richiesti dai Livelli Uniformi di Qualità (LUQV).
I prodotti dei laboratori vengono resi disponibili ai colleghi dell’intera rete del Sistema museale nazionale, sì che, indipendentemente da dislocazione, dimensione o titolarità, tutti possano contare su un quadro di riferimento concettuale e metodologico comune.

Modalità e strumenti

I laboratori si svolgono in presenza e sono rivolti a un numero ristretto e selezionato di professionisti.

Il programma

In continuità con le questioni introdotte dai webinar ed approfondite nei corsi multimediali, ai laboratori è affidato lo studio su strumenti di lavoro utilizzati nelle azioni di cura e gestione delle collezioni, nelle attività di relazione vigilanza e accoglienza, nel sistema della sicurezza museale.

Laboratori Cura e gestione delle collezioni
a cura di Marco Rossani
I partecipanti lavorano su un modello di contratto di prestito, di facility report, di condition report e sugli strmenti della ricognizione inventariale.
Brescia, dal 7 al 9 luglio 2021: il contratto di prestito

Laboratori Il museo accogliente
a cura di Daniele Jalla
I partecipanti discutono e validano un modello di liste di controllo da condividere e di cui promuovere l’uso.
I edizione > 20-21 settembre: Milano, Palazzo Litta
II edizione > 4-5 ottobre: Roma
III edizione > 18-19 ottobre:  Napoli o Palermo

Laboratori La sicurezza museale
a cura di Tiziana Maffei

Il calendario dei laboratori è in via di definizione.

Quando

da luglio 2021

vedi anche

Hai ancora domande?