Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

5 Febbraio 2021

Parte venerdì 5 febbraio 2021 il corso di alta formazione executive “Gestione dei patrimoni artistico-culturali e delle collezioni corporate” che vedrà 34 partecipanti, selezionati tra oltre 800, impegnati per 12 weekend, nei prossimi 6 mesi, ad aggiornarsi sui temi della gestione etica e sociale di patrimoni culturali privati.

La Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali ha contributo alla ideazione dell’iniziativa e, con il direttore del corso Guido Guerzoni, alla strutturazione delle attività formative; in particolare la Fondazione mette a disposizione, per ospitare le attività didattiche, la  piattaforma fad.fondazionescuolapatrimonio.it che ha consentito il puntuale avvio della attività nonostante le restrizioni dovute alla pandemia.

Il corso, nato su iniziativa di Intesa Sanpaolo, alla I edizione, patrocinato dal Ministero per i beni e le attivitò culturali e per il Turismo, è realizzato con il sostegno Fondazione Compagnia di San Paolo e di Fondazione Cariplo, in collaborazione con Intesa Sanpaolo Formazione e Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura.
Grazie a questo partenariato, una rete in cui collaborano soggetti privati e pubblici, i partecipanti avranno una opportunità unica per affinare ad aggiornare le proprie competenze rendendole più aderenti al contesto generale e alle esigenze particolare delle istituzioni per cui lavorano.
Docenti di altissimo profilo, accademici di atenei italiani, professionisti, manager della cultura e d’impresa, direttori e funzionari museali, tratteranno, tra i vari temi: la tutela dei patrimoni di privati, istituzioni non profit e imprese, il contesto giuridico istituzionale in Italia e all’estero, la relazione pubblico-privato e le nuove forme di partnership, le prassi innovative di heritage management, il collection management in ambito privato e aziendale, la dimensione economico-finanziaria e contabile dei beni e delle attività culturali, le strategie di valorizzazione e di ampliamento della fruizione di patrimoni corporate e privati.
L’approccio multidisciplinare e applicativo e, ove possibile, le visite studio di luoghi d’arte, istituzioni culturali, patrimoni aziendali e musei consentiranno uno scambio diretto tra docenti e partecipanti e l’analisi e la sperimentazione di casi concreti.

Obiettivo finale:  visioni condivise e linguaggi comuni per lo sviluppo delle politiche di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale.

Approfondimenti

La brochure informativa
Gestione patrimoni artistico-culturali e collezioni corporate -I edizione
Il programma
Gestione patrimoni artistico-culturali e collezioni corporate – Calendario
Per informazione
la pagina del corso sul sito Intesa Sanpaolo Formazione