Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

11 Maggio 2022

Una giornata di studi pubblica su sistema formativo e mondo del lavoro nel settore del patrimonio culturale, a livello europeo:  nell’accogliente cornice della Biblioteca Angelica di Roma, un confronto tra soggetti istituzionali, accademici e professionali suFormazione e occupazione nel patrimonio culturale: verso un’alleanza europea“.

Il tema impegna la Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali – con altri numerosi partner europei tra i principali attori accademici, istituzionali e professionali nel settore del patrimonio culturale di ben 14 Paesi europei – nell’ambito del progetto CHARTER Cultural Heritage Actions to Refine Training Education and Roles.
CHARTER è il progetto finanziato dal programma Erasmus+,  per 4 milioni di euro e per 4 anni (gennaio 2021 – dicembre 2024), con l’obiettivo di creare una strategia condivisa di livello europeo per le professioni del patrimonio culturale: un lavoro di analisi e studio per colmare il divario tra profili professionali, formazione e occupazione e attività di sensibilizzazione per costituire un’alleanza duratura tra i soggetti europei coinvolti in questa filiera.  I ricercatori e professionisti coinvolti, da un lato, indagano i sistemi di formazione iniziale e continua e di aggiornamento professionale, dall’altro, analizzano le competenze richieste nel mercato del lavoro, per individuare eventuali “skills shortages” (vuoti di competenze), fabbisogni formativi e disallineamenti tra formazione e sistema occupazionale.

A distanza di un anno dall’avvio del progetto CHARTER, questo appuntamento di riflessione è l’occasione per aprire alla partecipazione di nuovi soggetti, coinvolti nella filiera, potenzialmente interessati al dibattito

Il programma

Ai saluti istituzionali di Vincenzo Trione, Presidente della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, di Paola Severino, Presidente della Scuola Nazionale dell’Amministrazione, e di Mario Turetta, Direttore generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura, seguono i keynote speech di Lluís Bonet Professore all’Università di Barcellona che è capofila del consorzio e di  Martina de Luca, Responsabile della Formazione per la Fondazione: presentandone obiettivi e strategie, i due condividono i primi risultati del progetto CHARTER (come l’indagine presentata nel report “Cultural heritage education & training in Europe – pathways to qualification” e il database che cataloga l’offerta formativa per i professionisti del patrimonio culturale in Europa, di prossima pubblicazoine) e le strade che questi risultati suggeriscono di intraprendere.

A seguire, per accogliere il punto di vista dei diversi soggetti del mondo istituzionale, accedemiaco e professionali, una tavola rotonda moderata da Flavia Piccoli Nardelli, componente Commissione Cultura, Scienza e Istruzione, Camera dei Deputati,  : partecipano Giuliano Volpe, Consigliere per la formazione del Ministro della cultura, Marco Martini, Professore all’Università degli Studi Milano – Bicocca e Elena Pianea, Direttore Beni, istituzioni, attività culturali e sport della Giunta Regionale, Regione Toscana.

Sono affidate a Alessandra Vittorini, Direttore della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, e a Annalisa Cipollone, Capo di Gabinetto del Ministro della cultura, le conclusioni della giornata di studi.

Approfondimenti

Il programma

Vai alla pagina del progetto CHARTER
Vai al sito web del progetto CHARTER