Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

conosciamoci meglio

Vincenzo Trione

il Presidente

Vincenzo Trione è Professore ordinario di Arte e media presso l’Università IULM di Milano, dove insegna anche Storia dell’arte contemporanea, è Preside della Facoltà di Arti e turismo e coordinatore del Dottorato di ricerca in Visual and Media Studies.
È stato Commissario della XIV edizione della Quadriennale di Roma (2003), Direttore generale di Valencia 09-Confines. Passajes de las artes contemporaneas e curatore del Padiglione Italia della 56^ Biennale di Venezia – arti visive (2015). Dal 2013 coordina il Dipartimento di ricerca e formazione del Museo d’arte contemporanea Madre di Napoli che ha portato alla pubblicazione dell’Atlante dell’arte contemporanea a Napoli e in Campania: 1966-2016 (2016).
Già membro del comitato scientifico dell’Enciclopedia Italiana Treccani, nel 2016 è stato nominato Direttore Generale dell’Enciclopedia Treccani dell’Arte Contemporanea.
Ha curato mostre in musei italiani e stranieri (tra le altre, El siglo de Giorgio de Chirico presso l’IVAM di Valencia nel 2007, Salvador Dalí nel 2010 e Alberto Savinio nel 2011 entrambe a Palazzo Reale di Milano, e Post-classici al Foro romano e al Palatino di Roma nel 2013). Ha tenuto conferenze e seminari in Italia e all’estero. Ha pubblicato numerosi saggi su momenti e figure delle avanguardie del XX e del XXI secolo.
Collabora al Corriere della Sera.

Alessandra Vittorini

il Direttore

Alessandra Vittorini è architetto.
Laureata in Restauro dei monumenti e con PhD in Pianificazione territoriale e urbana (Università di Roma “La Sapienza”), è Dirigente del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.
Dal 2012 dirige la Soprintendenza aquilana, all’epoca deputata alla tutela architettonica e paesaggistica sull’intera regione, nel complesso scenario della ricostruzione post sisma 2009. Dal 2015, con l’istituzione della nuova Soprintendenza Unica Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città di L’Aquila e i Comuni del cratere  ne assume la direzione, focalizzata sulla tutela e sul recupero del patrimonio culturale nel capoluogo e nei comuni del cratere sismico 2009.
In qualità di Soprintendente, è Responsabile del coordinamento dell’intervento di restauro e ricostruzione della Basilica di Collemaggio: l’intervento, attuato interamente dalla Soprintendenza col supporto tecnico scientifico di esperti di tre  autorevoli Atenei italiani, è di recente insignito del Premio europeo “European Heritage Award 2020”, unico premio assegnato all’Italia, nella categoria “conservazione”.
Segue e coordina, negli anni, programmi connessi al restauro e alla ricostruzione post sisma del patrimonio culturale curandone anche gli aspetti di divulgazione e di confronto scientifico e disciplinare; partecipa a numerosi seminari internazionali tra cui gli appuntamenti di ICOMOS International a Parigi sulla ricostruzione dopo le calamità.

il Consiglio Scientifico

È presieduto dal Direttore della Fondazione.
I componenti.

Carla Barbati

Carla Barbati è professore ordinario di diritto amministrativo all’Università IULM di Milano dove insegna Diritto dei beni culturali. Già Presidente CUN è attualmente Presidente dell’Associazione Italiana dei Professori di Diritto Amministrativo (AIPDA).
Laureata presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Modena (1983), dottore di ricerca in diritto pubblico all’Università di Bologna nel 1989, visiting scholar alla University of Virginia, Charlottesville, USA (1987-1989). Inizia la carriera accademica da ricercatrice in Istituzioni di diritto pubblico nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Modena, insegnando diritto pubblico nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna (dal 1995 al 1999) e diritto urbanistico presso lo Iuav di Venezia (a.a. 1993-1994). Insegna, come professore associato prima e professore ordinario poi, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Salento (1999-2010), dove dal 2004 al 2008 è anche Vice-preside.
Vanta partecipazioni presso organismi scientifici nazionali ed internazionali ed incarichi di consulenza tecnica di natura istituzionale per enti pubblici e per enti locali.
Componente del comitato di direzione di Aedon, Rivista di Arti e Diritto on line, Mulino,  ha all’attivo numerose pubblicazioni.

Paolo Crisostomi

Paolo Crisostomi si diploma nel 1981 presso l’Istituto Centrale per la Patologia del Libro.
Dal 1983 svolge attività di ricerca scientifica e attività di conservazione e restauro di beni culturali, anche sonori e fotografici.
Membro del Consiglio Direttivo di ICOM Italia dal 1992 al 1998 e attuale socio è dal 2015 Componente del Consiglio di Amministrazione della Reggia di Caserta.
Docente a contratto in discipline tecniche e teoriche del restauro presso l’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo (1992-2008), l’Università degli Studi di Siena (1999-2006), l’Università degli Studi di Macerata (1998-2008), l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (2009 -2011), e per vari Master post universitari; dal 2015 è docente di Teoria e Storia del Restauro per l’ICRCPAL e per l’Università degli Studi di Urbino.
Autore e curatore di numerose pubblicazioni scientifiche, anche internazionali, nell’ambito della conservazione e del restauro del patrimonio culturale.

Andrea De Pasquale

Andrea De Pasquale è Direttore della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma dal 2014.
Laureato in lettere classiche all’Università di Torino, diplomato in Archivistica, Paleografia e Diplomatica all’Archivio di Stato di Torino, diplomato bibliotecario all’Università di Roma La Sapienza, è dottore di ricerca in Storia del libro all’ École Pratique des Hautes Études di Parigi.
Da dipendente del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo ha diretto la Biblioteca Palatina di Parma (2008-2011), la Biblioteca Nazionale Braidense di Milano (2011-2014) e la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino (2008-2015). É stato membro del Comitato tecnico scientifico per le biblioteche e gli istituti culturali (MiBACT).
Ha insegnato in numerose Università (l’Università di Roma La Sapienza, l’École Nationale de Chartes di Parigi, l’Università del Piemonte orientale, le Università di Bologna, Torino, Siena) ed è docente alla Scuola di Alta formazione dell’ICRCPAL Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario.
All’attivo ha pubblicazioni e saggi (soprattutto sula storia del libro e delle biblioteche) e numerose partecipazioni a convegni nazionali e internazionali.

Carla Di Francesco

Carla Di Francesco

Carla Di Francesco è architetto.
Già Segretario generale del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.
Laureata in architettura, è stata Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici di Milano, dopo una ventennale esperienza nella Soprintendenza di Ravenna nella sede di Ferrara, dove si è occupata di tutela di beni paesaggistici e monumentali, progettando e dirigendo numerosi lavori di restauro. Nominata Direttore regionale per i beni culturali e paesaggistici della Lombardia nel 2004, ha svolto analogo incarico in Emilia-Romagna fino al 2014.
È stata docente a contratto nell’ambito disciplinare del Restauro nelle Facoltà di architettura delle Università di Ferrara, Milano, Bologna.
È autrice di numerose pubblicazioni nel settore della conservazione dei manufatti architettonici e della storia della tutela.
Nominata con Determina 1/2020 del 9 settembre 2020.

Andrea Giorgi

Andrea Giorgi è professore ordinario di Archivistica presso l’Università di Trento.
Laureato in Storia presso l’Università degli Studi di Siena nel 1989, consegue il dottorato di ricerca in Storia Medievale presso l’Università di Firenze nel 1994 e il diploma della scuola di Archivistica, paleografia e diplomatica dell’Archivio di Stato di Perugia nel 1995.
Dopo essere stato ricercatore presso la Scuola speciale per archivisti e bibliotecari dell’Università di Roma “La Sapienza”, insegna presso l’Università di Trento dal novembre 2000.
Impegnato nell’ordinamento e nell’inventariazione di alcuni rilevanti complessi archivistici, si è occupato di temi legati alla gestione documentale (Progetto PiTre, Trento). Ha collaborato dal 1993 al 2006 con il Kunsthistorisches Institut in Florenz-Max Planck Institut ed è stato coinvolto nello studio di alcuni importanti cantieri di cattedrali. Più di recente, ha svolto ricerche di ambito storico-documentario, di storia dell’università e dei movimenti studenteschi.
Presidente dell’Associazione italiana docenti universitari di scienze archivistiche (AIDUSA), è membro del Consiglio superiore dei beni culturali in qualità di vice-presidente del Comitato tecnico per gli archivi (MiBACT).

Christian Greco

Christian Greco è un egittologo con grande esperienza in ambito museale: formatosi principalmente in Olanda, ha curato moltissimi progetti espositivi e di curatela in Olanda, Giappone, Finlandia, Spagna, Scozia, Cina, Stati Uniti e Brasile.
Direttore del Museo Egizio di Torino dal 2014, ne ha guidato il progetto di ri-funzionalizzazione e il rinnovo dell’allestimento, trasformando l’Egizio da museo antiquario a museo archeologico.
L’attività di insegnamento lo vede impegnato in corsi di cultura materiale dell’antico Egitto e di museologia per l’Università di Torino e di Pavia, la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, la Scuola IUSS di Pavia. Inoltre, partecipa come lecturer a master universitari di Comunicazione e Management museali, portando la testimonianza della propria esperienza.
Non abbandona il lavoro sul campo archeologico: è dal 2015 co-direttore della missione archeologica italo-olandese a Saqqara.
Al suo attivo ha molteplici pubblicazioni, divulgative e scientifiche, e numerose partecipazioni a convegni internazionali di egittologia e di museologia come keynote speaker.

Anna Marson

Anna Marson è professore ordinario di Tecnica e pianificazione urbanistica presso la Facoltà di Pianificazione dell’Università IUAV di Venezia.
Laureata in Urbanistica a Venezia nel 1982, dottore di ricerca in Pianificazione territoriale nel 1989, nel 1992 inizia la carriera universitaria come ricercatore, divenendo professore associato e infine professore ordinario del settore Tecnica e pianificazione urbanistica, nel 2013.
Oltre all’attività accademica, svolge attività di consulenza scientifica e professionale, nel campo della pianificazione e delle politiche territoriali, per enti pubblici ed enti locali nell’ambito di convenzioni universitarie o di incarichi pubblici esterni.
Da aprile 2010 a giugno 2015 è stata in aspettativa obbligatoria come Assessore all’urbanistica, pianificazione del territorio e paesaggio della Regione Toscana. Nel luglio 2015 è stata nominata componente della segreteria tecnico-scientifica dell’Osservatorio nazionale sulla qualità del paesaggio (MiBACT).
Ha all’attivo libri, saggi e articoli sui temi dell’urbanistica e della pianificazione del territorio.