Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

la Fondazione

La Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali è una Fondazione di partecipazione per la formazione, la ricerca e gli studi avanzati nell’ambito delle competenze del Ministero per i beni e le attività culturali, socio fondatore.

mission

Nasce con la missione di valorizzare i professionisti impegnati nella cura e gestione del patrimonio e delle attività culturali.

La Fondazione promuove un sistema virtuoso di conoscenza in cui dialogano tra loro discipline, competenze, soggetti attraverso attività di formazione e ricerca che, reciprocamente, si alimentano e aggiornano.

La Fondazione intende accompagnare le trasformazioni del sistema della cultura, con un forte orientamento alla dimensione internazionale e confermando la nativa vocazione di centro di confronto e scambio.

forma giuridica

Sotto il profilo giuridico la Fondazione nasce dalla trasformazione della Fondazione di studi universitari e di perfezionamento sul turismo, disposta dall’articolo 5 comma 1bis e 1ter del Decreto Legge 31 dicembre 2014 n. 192, convertito in legge 22 febbraio 2015 n. 11.
È dotata di autonomia didattica, scientifica, organizzativa, gestionale, patrimoniale, finanziaria, amministrativa e contabile.
È iscritta al Registro delle persone giuridiche della Prefettura di Roma.
Il patrimonio della Fondazione è attualmente costituito dal Fondo di dotazione conferito, in fase di costituzione, dal Ministero per i beni e le attività culturali; per il funzionamento e la realizzazione degli scopi istituzionali la Fondazione riceve contributi annuali dal Ministero e può ricevere contributi da enti pubblici e privati, nonché acquisire proventi derivanti dalle attività istituzionali, accessorie e strumentali.

gli Organi

commissario straordinario

Carla Di Francesco

Carla Di Francesco

Il 9 ottobre 2019 Carla Di Francesco è nominata dal Ministro Dario Franceschini commissario straordinario della Fondazione Scuola dei Beni e delle attività Culturali “al fine di consentire la ricostituzione degli organi di governo della Fondazione, anche, ove necessario, tramite modifiche statutarie”

consiglio scientifico

Carla Di Francesco, presidente
Paolo Crisostomi, vicepresidente
Carla Barbati
Andrea De Pasquale
Andrea Giorgi
Christian Greco
Anna Marson
Vincenzo Trione

collegio revisori dei conti

Paolo Palombelli, presidente
Lelio Fornabaio
Raffaella Pisegna
Massimo Anzalone (membro supplente)

l'organizzazione

COORDINATORE GENERALE

Marcello Minuti
+39.06.4989.907
contatto mail

SEGRETARIO AMMINISTRATIVO

Flavia Masseti
+39.06.4989.911
contatto mail

SEGRETERIA DI DIREZIONE e GENERALE

Anna Caiazza, Giovanna Princiotta
+39.06.4989.904/905
contatto mail

FORMAZIONE

responsabile
Martina De Luca
+39.06.4989.918
contatto mail

segreteria didattica
Carlotta P. Brovadan
Sara Hassan
Ilaria Zucchini
+39.06.4989.912/921/920
contatto mail
programmi internazionali
contatto mail

assistente al placement
Emiliano Diamanti
+39.06.4989.913
contatto mail

POLITICHE E GESTIONE
DEL PATRIMONIO CULTURALE

Paola d’Orsi
+39.06.4989.913
contatto mail

Francesca Neri
+39.06.4989.914
contatto mail

Marzia Piccininno
+39.06.4989.916
contatto mail

PROGETTI INTERNAZIONALI

collaboratore
Franca Miglioli
+39.06.4989.924
contatto mail

AMMINISTRAZIONE

contabilità e bilancio
Diego Coletta
+39.06.4989.909
contatto mail

facility e affari generali
Corin Frasca
contatto mail
+39.06.4989.917

personale
+39.06.4989.910
contatto mail

COMUNICAZIONE

Roberta Fedele
+39.06.4989.906
contatto mail

RECAPITI GENERALI

+39.06.4989.341
info@fondazionescuolapatrimonio.it
contatto PEC

RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI

Via del Collegio Romano, 27 – 00186 ROMA
contatto mail
contatto PEC