Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

Arte e spazio pubblico

progetto di ricerca, formazione e disseminazione

Arte e Spazio Pubblico è un’iniziativa congiunta della Direzione generale Creatività Contemporanea del Ministero della cultura e della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali.

È una riflessione sull’arte nello spazio pubblico sul territorio nazionale, mossa dall’indagine sulla interazione, ora armonica ora conflittuale, tra le premesse teoriche e le pratiche progettuali dal secondo dopoguerra ad oggi.
Il progetto, ideato nel 2021 e in conclusione nel 2022, si articola in momenti – consecutivi e complementari – di studio e ricerca,  appuntamenti di formazione e occasioni di disseminazione.

Studio e ricerca

I temi più dibattuti

Una attività di studio preliminare è affidata a esperti e specialisti chiamati a individuare e perimetrare le tematiche di maggiore attualità legate dibattito sull’arte contemporanea nello spazio pubblico.
L’arte pubblica come spazio di azione e interazione tra spazio urbano e territori, strumenti di conoscenza e promozione tra mappature e narrazioni delle opere, politiche e pratiche di progettazione e programmazione tra artisti, mediatori e committenti, questioni di diritto e questioni di conservazione e tutela. Entro questi ambiti tematici, gli esperti, esponenti di diverse discipline di ricerca e provenienti dalle diverse aree della produzione, gestione o promozione dell’arte negli spazi pubblici, individuano i contenuti da approfondire nelle successive giornate di studio, pubbliche.

I contributi alle giornate di studio sono selezionati anche mediante una call for paper.

Condivisione e formazione

 Le giornate di studio

Cinque giornate di studio (quattro giornate a tema e una giornata conclusiva) sono l’occasione per una condivisione pubblica degli esiti delle attività di ricerca avviate, del confronto tra le differenti professionalità coinvolte, dell’approfondimento sulle diverse criticità indagate.

Nelle prime quattro giornate, non solo interventi frontali da parte dei relatori, ma anche tavoli di lavoro e discussione: per ciascuna giornata, una sessione plenaria, aperta all’ascolto e alla partecipazione di tutti, e un successivo tavolo tematico, aperto all’ascolto di tutti ma a una partecipazione più ristretta.

La giornata conclusiva offre una sintesi di quanto emerso nelle precedenti quattro giornate attraverso il contributo dei rappresentanti dei tavoli tematici e di altri esperti invitati.

Disseminazione

La pubblicazione degli atti

Per garantire la massima diffusione ai temi dell’arte e dello spazio pubblico, è prevista la pubblicazione degli atti delle Giornate di studio.
Il volume sarà presentato pubblicamente.

a che punto siamo

qualche dettaglio in più


Il gruppo di lavoro Spazio e territori indaga sull’arte pubblica come campo d’azione e interazione, tra spazio urbano e territorio.

Composizione

Stefano Boccalini
Artista; docente di Arte pubblica alla NABA Nuova accademia di belle arti di Milano.
Costanza Meli
Storica dell’arte e curatrice, specializzata in storia dell’arte pubblica e delle pratiche artistiche partecipative.
Alessandra Pioselli
Critica d’arte, curatrice e ricercatrice nel campo della pratica artistica contemporanea; direttrice dell’Accademia di belle arti di Bergamo.

Referente del Comitato di coordinamento
Valentina Fiore, MiC Direzione generale Creatività Contemporanea

Il gruppo di lavoro Conoscenza e promozione indaga sugli strumenti di conoscenza e narrazione edicate alle opere di arte pubblica.

Composizione

Alessandra Acocella
Ricercatrice sui temi dell’arte contemporanea con particolare riferimento alle opere d’arte realizzate in applicazione della “legge del 2%” (717/1949).
Claudia Collina
Esperta nel campo della conoscenza e della valorizzazione dell’arte di età contemporanea del territorio regionale; responsabile P.O. Valorizzazione del patrimonio culturale della Regione Emilia-Romagna.
Maura Romano
Esperta in rigenerazione urbana; responsabile dell’Area Rigenerazione creativa e valorizzazione dei territori di Melting Pro.
Federica Pesce
Esperta in storytelling partecipativo; responsabile dell’Area Storytelling di Melting Pro
Chiara Veninata,
Coordinatrice dell’ Area Catalogazione dell’ Istituto centrale per il Catalogo e la Documentazione (Ministero della cultura)

Referente del Comitato di coordinamento
Paolo Castelli, MiC Direzione generale Creatività Contemporanea

Il gruppo di lavoro Politiche e pratiche indaga le prassi in uso per la progettazione e la realizzazione delle opere d’arte pubblica e i sistemi di relazioni tra artista, committenza, istituzioni.

Composizione

Laura Barreca
Docente di Storia dell’Arte contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Carrara; direttrice del mudaC museo delle arti di Carrara e del Museo Civico di Castelbuono (PA)
Marina Pugliese
Storica dell’arte e museologa, specializzata in conservazione del contemporaneo; responsabile del nuovo Ufficio Arte pubblica per il Comune di Milano.
Marco Trulli
Curatore ed esperto di progettazione culturale e innovazione sociale, con particolare attenzione al ruolo delle arti nei processi di sviluppo urbano e di coesione sociale

Referente del Comitato di coordinamento
Eliana Garofalo, MiC Direzione generale Creatività Contemporanea

Il gruppo di lavoro Questioni di diritto indaga sulla giurisprudenza nell’arte pubblica, dal diritto d’autore al diritto all’anonimato, dallo status di bene comune al concetto di effimero.

Composizione

Alessandro Candido
Dottore di ricerca in diritto pubblico e avvocato con esperienza sui temi dell’arte contemporanea e dell’arte pubblica.
Alessandra Donati
Avvocato ed esperta di problematiche giuridiche connesse all’arte contemporanea; docente all’Università degli studi di Milano Bicocca.
Marco Ciari
Responsabile P.O. Ufficio Torino Creativa del Comune di Torino.

Referente del Comitato di coordinamento
Carlotta Brovadan, Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali

Il gruppo di lavoro Questioni di conservazione indaga sui temi della protezione delle opere di arte pubblica nello spazio o fuori dal contesto originario.

Composizione

Michela Cardinali
Direttrice dei laboratori di restauro e della Scuola di alta formazione e studio del Centro di conservazione e restauro “La Venaria Reale”.
Renata Pintus
Direttrice del Servizio di consulenza ai settori di restauro per la conservazione delle opere d’arte contemporanee dell’Opificio delle Pietre Dure (Ministero della cultura)
Ilaria Saccani
Conservator scientist; presidente dell’associazione CESMAR7 Centro per lo Studio dei Materiali per il Restauro.

Referente del Comitato di coordinamento
Alessandra Ferrighi, Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali