Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

21 February 2024

Si è concluso con grande soddisfazione dei partecipanti Ereditare il presente. La cura dell’architettura contemporanea, il corso di formazione online, rivolto a quanti a vario titolo si occupano della cura dell’architettura moderna e contemporanea. Disponibile alla fruizione dal 17 ottobre in modalità sincrona e fino al 31 gennaio 2024 anche in modalità on demand, il corso ha offerto nell’arco di 5 webinar da 2 ore ciascuno e 17 pillole video della durata complessiva di circa 3 ore, un’inedita e approfondita riflessione sulla tutela del contemporaneo, affidata a esperti di settore.
Promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura e dalla Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, e realizzato in collaborazione con il CNAPPC – Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori la Direzione generale Educazione ricerca e istituti culturali del Ministero della Cultura, il corso ha raccolto l‘adesione di oltre 2000 iscritti, in buona parte esterni all’amministrazione ministeriale.

Ereditare il presente. La cura dell’architettura contemporanea: programma del corso.

Il corso ha incluso anche un workshop finale, in due identiche edizioni in gennaio 2024, rivolto ai funzionari del Ministero della Cultura, in particolare delle Soprintendenze Archeologia Belle Arti e Paesaggio, coinvolti nella formulazione dei provvedimenti di tutela dell’architettura contemporanea.
Durante il workshop, i partecipanti hanno approfondito il quadro normativo e il contesto critico di riferimento per la tutela del patrimonio contemporaneo, secondo il Codice dei Beni Culturali e la legislazione sul diritto d’autore. 
Particolare apprezzamento hanno ricevuto i momenti laboratoriali in cui il confronto tra le esperienze delle diverse regioni italiane e la guida di esperti del Ministero hanno offerto ai partecipanti l’opportunità di affrontare e risolvere dubbi e criticità.
I lavori non si sono conclusi con il termine del corso. È stata formata una comunità di pratica che coinvolge i partecipanti provenienti da quasi tutte le Soprintendenze d’Italia nella redazione di un vademecum di supporto ai procedimenti di tutela del contemporaneo. Questo vademecum, sviluppato in collaborazione con la Direzione generale Archeologia, belle arti e paesaggio e la Direzione generale Creatività Contemporanea, sarà basato su principi e linee guida condivisi, con l’obiettivo di consolidare le conoscenze acquisite durante il corso e promuovere una migliore pratica professionale all’interno dell’organizzazione

La cornice: Ereditare il presente: architettura italiana dal 1945. Conoscere, tutelare, valorizzare

L’iniziativa giunge al termine del più ampio progetto Ereditare il presente: architettura italiana dal 1945. Conoscere, tutelare, valorizzare, promosso da Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura e Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali.
Prima di quest’azione formativa, tra attività di ricerca e momenti di disseminazione,  il progetto si è sviluppato in più tappe
– l’aggiornamento del Censimento nazionale delle architetture italiane dal 1945 ad oggi, mappatura delle opere di architettura edificate dopo il 1945 su tutto il territorio nazionale;
– lo studio della tutela dell’architettura contemporanea dal punto di vista normativo, nel diritto d’autore e attraverso il riconoscimento dell’importante carattere artistico, mediante un’analisi dettagliata di relative procedure e provvedimenti
– le Giornate di studio dell’11 e 12 ottobre 2022: studiosi e esperti a confronto su questioni di metodo che investono gli strumenti della conoscenza, della tutela, della valorizzazione e della educazione alla conservazione

Nell’immagine
Padiglione Eugenio Tavolara di Sassari
Fotografia di Paolo Lindozzi, realizzata nell’ambito del progetto Atlante Architettura Contemporanea [Ministero della cultura, Direzione generale Creatività Contemporanea]