Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

15 Luglio 2022

Inizia l’11 luglio al Comune di San Felice Circeo la prima missione della delegazione cubana in Italia nell’ambito del Progetto Arqueo-Cuba: archeologia e sostenibilità ambientale per una cooperazione territoriale di contrasto ai cambiamenti climatici: due settimane di incontri, seminari, sopraluoghi e visite nei luoghi della cultura del Lazio, accompagnati dai colleghi italiani, in un’ottica di confronto e scambio sui temi della sostenibilità ed educazione ambientale nella tutela e valorizzazione del patrimonio culturale.

Se la prima giornata è dedicata alla presentazione del progetto, del programma formativo e alla reciproca conoscenza tra partecipanti e partner, il12, 13 e 14 luglio, tre giorni di visita sono dedicati al Parco Nazionale del Circeo.
Le visite al Museo hanno aperto al dibattito sulla valorizzazione del territorio attraverso il turismo sostenibile con la Tecnostudi Ambiente Srle e di educazione ambientale con l’Istituto Pangea onlus. Le visita del 13 luglio alla Villa di Domiziano a Sabaudia e allo straordinario impianto termale di Torre Paola è stata invece l’occasione per approfondire alcuni aspetti del restauro del patrimonio archeologico tanto quanto per discutere di tutela e valorizzazione del patrimonio subacqueo a partire dal caso del Pianoro delle anfore di San Felice Circeo, commentato con la SABAP per le province di Frosinone e Latina insieme alla Capitaneria di Porto di San Felice Circeo e all’Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina. Grazie al contributo del Dipartimento di Biologia Vegetale di Sapienza Università di Roma il 14 luglio si è discusso di compatibilità del patrimonio naturalistico e botanico con le aree archeologiche,

La delegazione si sposta il 15 luglio al Giardino di Ninfa per una riflessione sui giardini storici, guidata dagli esperti della Fondazione Roffredo Caetani, e discutendo di conservazione, valorizzazione e ecocompatibilità.

Esperienze di sicuro interesse per gli archeologi, architetti e funzionari cubani, impegnati nella costruzione di nuove politiche pubbliche territoriali capaci di proteggere la stratificazione storica insieme all’equilibrio tra valori culturali e naturali del territorio cubano.

Approfondimenti

Vai alla pagina sul progetto
Arqueo-Cuba