Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

7 Maggio 2021

“Un tuffo nel blu” è un programma di visite didattiche inclusive dedicato a bambini e bambine con autismo e alle loro famiglie, sviluppato e realizzato dal 2017 presso il museo del Parco archeologico di Paestum e la vicina area dei templi.  Ne hanno parlato nell’aula virtuale della International School of Cultural Heritage edizione 2021 , Luisa Varriale e Giovanni Minucci, membri del coordinamento tecnico scientifico della Cooperativa Sociale Il Tulipano.  Nell’incontro del 26 aprile 2021, interamente dedicato alle pratiche di accessibilità e fruibilità,  l’esperienza avviata dal Parco archeologico di Paestum chiarisce come l’inclusività, per musei e luoghi della cultura, parta dalla progettazione inclusiva e universale di spazi ed esperienze, e passi per una adeguata formazione del personale.

Il tema è risultato di notevole interesse per i partecipanti al nostro laboratorio permanente che sono tornati a discuterne con Luisa Varriale e Giovanni Minucci nella tavola rotonda del 6 maggio 2021. I colleghi provenienti da Israele, Egitto e Marocco si sono confrontati sulle diverse prassi di progettazione inclusiva che possono facilitare l’accessibilità e fruibilità di siti e musei archeologici.  Il confronto ha visto tutti i partecipanti impegnati in una riflessione sul valore del patrimonio culturale, sull’importanza di garantirne un’esperienza completa e allo stesso tempo adatta alle diverse esigenze del pubblico e sul complesso equilibrio che dev’essere raggiunto per conservarne allo stesso tempo l’integrità dal punto di vista storico, artistico e architettonico.
Molti i casi discussi, dagli interventi di rimozione delle barriere architettoniche effettuati nei siti di Luxor in Egitto e Caesarea Maritima e Hippos Sussita in Israele, fino alla discussione sulla predisposizione di percorsi disegnati ad hoc per pubblici con esigenze speciali e per coinvolgere la comunità nei casi di un nuovo parco archeologico in corso di istituzione a Casablanca, Marocco e del museo Malawi, sempre in Egitto.

Approfondimenti

Tutto su
il programma International School of Cultural Heritage

Edizione in corso
International School of Cultural Heritage – edizione 2021 on line
il Calendario: webinar e tavole rotonde

Immagine
Una esperienza di visita
[Parco archeologico di Paestum e Velia]