Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali per il servizio di newsletter e dai il tuo consenso informato al trattamento dei tuoi dati per le seguenti finalità

Puoi comunque annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing e newslettering. Leggi la policy per la privacy di Mailchimp.

11 Giugno 2020

L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. e la Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali uniscono le proprie diverse risorse e competenze in un progetto di ricerca congiunto. Obiettivo: la definizione di un modello di gestione sostenibile per la Fabbrica delle Arti e dei Mestieri (FAM), il futuro polo culturale multifunzionale nascente dalla riqualificazione dell’immobile di via Principe Umberto in Roma, già sede della prima Zecca dell’Italia unita e tuttora sede della Scuola dell’Arte della Medaglia (SAM).
Una operazione di trasformazione , questa in cui il Poligrafico è impegnato, che va accompagnata da una indagine e da una analisi accurate di quella che potrà essere l’esperienza di gestione: è così che l’ attività istituzionale della Fondazione, rivolta esattamente ai fabbisogni del sistema del patrimonio culturale, può diventare strategica per l’Istituto, tanto quanto i risultati della ricerca applicata possono nutrire le future attività di formazione della Fondazione.

Con il sopralluogo al cantiere di via Principe Umberto, di venerdì 11 giugno 2020, parte operativamente l’attività di ricerca, per un gruppo di lavoro composito e di alta specializzazione professionale.

Approfondimenti

Il sito istituzionale dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato